top of page

castiglioni 

relationship

of parts

Flos - Mobilia - Fondazione Achille Castiglioni

Amsterdam

Un allestimento sui tre piani dello showroom Mobilia ad Amsterdam per raccontare gli apparecchi illuminanti progettati dai fratelli Castiglioni.

Il progetto prevede sei spazi destinati agli apparecchi illuminanti dei Castiglioni, esplosi nelle loro componenti fondamentali per meglio esprimere l’intelligenza progettuale celata sotto l’aspetto formale, componenti esposti come in un gioco di ricostruzione in cui ogni singolo elemento dichiara le proprie caratteristiche funzionali, luce inclusa.

Art direction: Stefanie Barth & Carina Frey

Graphic design: Guido Tamino

Progettazione e realizzazione: Marco Marzini

con Pascal Roveyaz

In collaborazione con: lo staff Mobilia

IMG_9371.jpg
IMG_1571_edited_edited.jpg
Schermata%202020-04-21%20alle%2014.39_ed
arco-floor-castiglioni-flos-F03000-produ

Arco

1962

A. e PG. Castiglioni

vetrina

Spazio vetrina aperto su Utrechtsestraat, si accende della lampada Arco del 1962, anch'essa ridotta ai minimi termini con l'aggiunta di un particolare curioso in saggina, che suggerisce un aspetto funzionale nascosto nel buco della base di marmo.

IMG_9339.jpg
IMG_0866_edited.jpg
IMG_0864_edited.jpg
216-lampadeasospensione-15576-b-3.jpeg

Frisbi

1978

A. Castiglioni

piano terra

Frisbi è una continua riflessione di luce tra il diffusore e il soffitto della stanza. In questo caso la lampada è stata scomposta frontalmente ad una parete specchiata per sottolineare la peculiarità moltiplicativa della luce prodotta da Frisbi.

3065e06c7ea52e06d4f10f65f0c11321_edited.

Toio

1962

A. e P.G. Castiglioni

primo piano

Spazio dedicato a Toio, lampada da terra, anche in questo caso la narrazione è fatta per componenti. In primo piano 5 canne da pesca svelano l'oggetto anonimo generatore della lampada Toio.